• DEDUZIONE DEI COSTI PER LA FORMAZIONE: Si ricorda che i costi sostenuti per il corso di formazione, incluse eventuali spese per trasferte, per i possessori di partiva IVA sono deducibili dal reddito d'impresa, in misura pari al 100% in caso di aziende, pari al 50% se si tratta di liberi professionisti.
    • [ nascondi ]

Il Conto Termico: Interventi incentivabili, convenienza tecnico-economica e modalità di accesso

Dal : 22 Mar 2013 Al : 22 Mar 2013 Presso: Via Anguillarese, 301, 00123 Santa Maria di Galeria Roma

Corso Terminato

Il Conto Termico:   Interventi incentivabili, convenienza tecnico-economica e modalità di accesso

Dopo oltre un anno di attesa, finalmente arriva il nuovo Conto Energia per le Rinnovabili Termiche.
A firma del Ministero dello Sviluppo Economico, dell’Ambiente e delle Politiche Agricole è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è entrato in vigore il 3 gennaio 2013.

Il nuovo decreto “Conto Termico” disciplina l’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, in attuazione dell’articolo 28 del decreto legislativo 28/2011.

Il decreto stanzia 900 milioni di euro, 700 per privati e imprese, 200 per le amministrazioni pubbliche, per incentivare piccoli interventi di incremento dell’efficienza energetica e produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

L’incentivo coprirà il 40% dell’investimento, con tetti massimi differenziati per tipo di intervento e potenza dell'impianto, e verrà erogato in 2 o 5 anni.

Il nuovo sistema di incentivi è rivolto a persone fisiche, condomini e imprese per la sostituzione di impianti di riscaldamento esistenti con nuovi impianti alimentati da fonti rinnovabili, e a pubbliche amministrazioni per la sostituzione di impianti di cui sopra e per interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici (isolamento termico dell’involucro, sostituzione di finestre, sostituzione di caldaie con caldaie a condensazione, installazione di schermature solari).

Per essere ammessi agli incentivi del Conto Termico, gli interventi devono rispettare determinati valori di rendimento termico per le caldaie, e di trasmittanza massima, secondo la zona climatica, per l’involucro e le finestre. Il Conto Termico è riservato a impianti con una potenza massima di 500 kW.

Mesos ha messo a punto un corso breve di formazione su "Il Conto Termico: Interventi incentivabili, convenienza tecnico-economica e modalità di accesso"che si terrà il 22 Marzo 2013 presso il CR ENEA CASACCIA di Roma.